Chirurgia guidata magneto dinamica

Gennaio 24, 2021 Osseotouch2
https://osseotouch.com/wp-content/uploads/2021/01/Chirurgia-guidata-1.png

Tra le nuove frontiere della chirurgia guidata c’è la magneto dinamica. Osseotouch ha avuto il piacere di intervistare il dr. Nicola De Robertis, il primo odontoiatra in Italia ad aver applicato la chirurgia guidata alla tecnologia magneto dinamica.

Osseotouch: – Dr. De Robertis, grazie della sua disponibilità a rilasciare questa intervista. Come esperto di chirurgia guidata, ci può subito dire, dal suo punto di vista, quali vantaggi ha rilevato applicando la chirurgia guidata alla tecnologia magneto dinamica?
Dr. De Robertis: – Grazie a lei, per me è un piacere. Applicare la chirurgia guidata alla tecnica magneto dinamica offre molti vantaggi. Nei casi standard, ove non è necessario modificare il profilo dei tessuti la tecnica consente di posizionare gli impianti secondo una pianificazione software e quindi con criteri di precisione che ormai i dati della letteratura hanno dimostrato essere superiori al posizionamento a mano libera. A questo si aggiungono tutti i vantaggi legati alla miniinvasività che è propria delle tecniche guidate e quindi il risparmio di tessuto osseo, la compattazione dello stesso nelle aree in cui risulta meno denso, (come spesso avviene nel mascellare superiore), l’assenza di lembi e quindi postoperatori più tranquilli , con indiscutibili benefici sia per il paziente che per il clinico.

Negli impianti post-estrattivi consente di massimizzare la conservazione del tessuto osseo e di evitare deviazioni rispetto alla direzione ideale da mantenere che possono essere causate dalle diverse consistenze ossee. Inoltre aumenta la possibilità di ottenere livelli adeguati di stabilità primaria degli impianti.
Nelle tecniche più complesse come l’espansione di cresta, dove gli spessori ossei sono di frequente ridotti, ed è quindi prioritario fare tutto il possibile per prevenire riassorbimenti post-operatori, la magnetodinamica guidata dà al clinico la possibilità di minimizzare i rischi legati alla incisione ossea. Penso soprattutto al corretto orientamento degli osteotomi all’interno della compagine ossea per la mobilizzazione del complesso osteomucoso. In questo tipo di interventi andrebbero sempre eseguiti lembi a spessore parziale per preservare il tessuto osseo coronale più sottile evitando il trauma del distacco del periostio conseguente ad uno spessore totale. Tuttavia, eseguire l’incisione ossea a cielo coperto, senza poter visualizzare la cresta ossea è molto difficile anche per i clinici più esperti ed è alla base della scarsa diffusione di queste tecniche che offrono invece grandi vantaggi in termini biologici ma sono molto operatore dipendenti. Poterle eseguire in modo guidato consente a tutti un approccio a queste tecniche.

Discorso analogo possiamo fare per le tecniche di sinus-lift per via crestale nelle quali, grazie alla guida chirurgica, possiamo pianificare con estrema precisione le diverse profondità di penetrazione degli osteotomi oltre ai già citati vantaggi relativi al controllo della direzione.

Osseotouch: – Grazie dottore, molto interessante! Potrebbe spiegarci qual è la procedura corretta per usare gli osteotomi di Magnetic Mallet?
Dr. De Robertis: – Certamente. La procedura per il corretto utilizzo degli osteotomi guidati non differisce dalla tecnica a mano libera. Alla base occorre aver pianificato correttamente la chirurgia, valutando spessori ossei, qualità ossea, e direzione dell’osteotomia nonché diametri e lunghezze degli impianti da inserire. L’esperienza e la sensibilità dell’operatore svolgono un ruolo primario ed esistono accorgimenti e finezze che ognuno può sviluppare solo con la pratica come per qualsiasi altra tecnica. Occorre quindi familiarizzare con i vari osteotomi per acquisire una sensibilità manuale adeguata.
Per poter guidare gli osteotomi sono necessarie punte dedicate ed un tipo di guida a doppio binario che sono frutto della  collaborazione con le azienda 2ingis ed Osseotouch. Al momento attuale sono disponibili soltanto alcune punte (quelle dritte con cui è possibile inserire impianti di diametro massimo 4 mm) e per diametri più larghi occorre completare l’osteotomia  manualmente ma col grande vantaggio di avere già la strada segnata. A breve comunque saranno disponibili anche le punte necessarie per il completamento del kit.

Osseotouch: – Dottore, un’ultima domanda. Cosa è necessario avere per poter utilizzare con i propri impianti la tecnologia magneto/chirurgica/guidata?
Dr. De Robertis: – un altro grande vantaggio della tecnologia magneto dinamica guidata è quello di essere completamente “open”. Un manipolo contrangolo dedicato per l’inserimento dell’impianto, un set di punte per osteotomia e un kit molto snello composto da pochi pezzi consente l’utilizzo di questo tipo di guida chirurgica con qualsiasi tipo di impianto. Quindi il clinico non è costretto a cambiare il proprio brand implantare con il quale ha già familiarità e si trova a suo agio magari da anni. In alcuni casi si possono modificare alcuni strumenti dei kit chirurgici per adattarli alle guide. Questo è un’aspetto fondamentale che dimostra la modernità dell’approccio filosofico di questa tecnica che punta ad una diffusione su ampia scala.

Osseotouch: – Grazie dottore per aver condiviso la sua esperienza sulla chirurgia guidata magnetodinamica, una nuova frontiera dell’odontoiatria che offre indiscutibilmente molti vantaggi. Mi consente di invitare i lettori a commentare l’articolo e farle domande per un eventuale approfondimento?
Dr. De Robertis: – Certamente. Resto a disposizione poter rispondere alle domande dei colleghi.

Vuoi fare una domanda al dr. De Robertis? Commenta l’articolo!

Vuoi approfondire l’argomento? Guarda il caso clinico del dr. De Robertis 

Ecco un breve video collaborazione di Osseotouch e 2ingis.

 


Curriculum vitae del dr. Nicola De Robertis

Nato a Bologna il 28-07 1966, ha conseguito la maturità classica nel 1985.
Laureato con lode in Odontoiatria e Protesi dentaria presso l’Università di Bologna nel 1991, Esercita la sua attività professionale privata nello studio del padre Luigi, che ha rilevato nel 1994.
Ha conseguito il Master di II Livello in Odontoiatria digitale presso Università Insubria di Varese nel 2017

Scarica il Curriculum Vitae

 

2 commenti

  • Avatar
    Giuseppe

    Maggio 1, 2021 at 1:56 pm

    Buongiorno, trovo la tecnica da te utilizzata molto interessante.Come posso ordinare il kit della 2ingis e le punte del magnetic per la guidata?chi posso contattare?Grazie, Giuseppe

    Rispondi

    • Osseotouch
      Osseotouch

      Maggio 1, 2021 at 3:46 pm

      Buongiorno, grazie dell’interesse! Al momento siamo nella fase finale di sviluppo della sistematica. Annunceremo il lancio ufficiale sul sito e sui nostri canali social e mail. Buona giornata e a presto!

      Rispondi

Lascia un commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Info e Contatti
OSNRGY S.R.L.
Osseotouch
Piazza Garibaldi, 9

21013 – Gallarate (VA) – Italia

C.F. e P. IVA: 10408370962
Capitale versato: 10.000 euro

https://osseotouch.com/wp-content/uploads/2020/12/Italy-Map-6-min.png
https://osseotouch.com/wp-content/uploads/2020/12/Italy-Map-6-min-160x160.png
Teniamoci in contatto
Social links
Seguici sui social per restare aggiornato su tutte le novità!

© 2021 Osseotouch | Tutti i diritti riservati

SONO UN PROFESSIONISTA IN ODONTOIATRIA

In conformità con le disposizioni della normativa vigente, dichiaro sotto la mia responsabilità di essere un dentista e pertanto sono autorizzato a rivedere il contenuto di questo sito Web.

VAI AL SITO