Dr. Enrico Rivarossa – preparazione sito in magneto dinamica

Aprile 15, 2021 Osseotouch0

Osseotouch ha avuto il piacere di intervistare il dr. Enrico Rivarossa, D.M.D, D.D.S, specialista in odontostomatologia e protesi dentaria, esperto implantologo e parodontologo, in relazione all’interessante caso clinico su un intervento in mandibola, documentato nel seguente video.

 

Osseotouch: – Dottore, ci può descrivere il caso clinico e il motivo per cui ha scelto la tecnologia magneto dinamica?
Dr. Enrico Rivarossa: – Certo con piacere. Il caso riguarda un paziente di 60 anni, già sottoposto a riabilitazione full arch su impianti all’arcata superiore. Per migliorare la masticazione decido per l’inserimento di due impianti in sede molare sinistra, zona edentula da tempo ma caratterizzata da ottimo volume osseo: la densità è mediamente di 0- 50 Hounsfield, per cui nel range, secondo T&G Vercellotti: “spessore corticale 0 mm / densità della spongiosa LOW”. Sconsigliato in questo caso il carico immediato, che peraltro nei settori posteriori reputo da sempre un inutile rischio. In queste condizioni abbiamo considerato i vantaggi della compattazione ossea offerti da Magnetic Mallet rispetto alle altre tecniche che uso (frese tradizionali e Inserti Implantari Piezosurgery).

Osseotouch: – Potrebbe ora raccontarci come si è svolto l’intervento?
Dr. Enrico Rivarossa: – l’intervento è stato eseguito senza particolari accorgimenti. Ho notato che:- il paziente ha gradito l’esperienza rispetto alla fresa, già provata all’arcata superiore (che presenta però un osso più denso, intorno ai 300 Hounsfield in media);
– l’avanzamento degli strumenti, a forza 1 o 2, sono più che sufficienti nel tessuto in questione. L’esecuzione è stata rapido e sicura, molto facilmente controllabile grazie all’assenza di liquidi di raffreddamento;
– la stabilità primaria ottenuta, in osso con qualità sfavorevoli, è stata di 40 Ncm avendo adottato la  sotto-preparazione scalare prodotta “in automatico” dall’inserto osteotomia 200 inserito a 10 mm di profondità (diametri 3,4 e 2,00 mm apicale) e uso di due impianti RTEasy diametro 4.0 lunghezza 10 mm..

Osseotouch: – Grazie mille dottore. Sappiamo che usa il device da poco. Se dovessimo chiederle di esprimere un giudizio sul Magnetic Mallet “a caldo”, cosa potrebbe dirci?
Dr. Enrico Rivarossa: – Ho alcune considerazioni che mi piacerebbe condividere con voi.
Innanzitutto trovo questo strumento ottimo in queste situazioni di scarsa densità ossea dove è importantissimo non rimuovere l’osso, anzi, è indispensabile addensarlo. Non è stato l’unico paziente a riferirmi di aver gradito l’esperienza, il Magnetic Mallet piace molto più della fresa, se e quando non diventa “traumatico”.
Non ritengo tuttavia logico ostinarsi ad usare solo ed esclusivamente questo strumento, specialmente in siti implantari ad altà densità ossea (tipo mandibola, con densità sopra i 500 Hu) dove una sottrazione di osso è auspicabile e non serve certo addensare; il volerlo fare a tutti i costi sottopone certamente il paziente ad una esperienza negativa. Anche la preparazione al mascellare superiore di osso di densità intorno ai 500 Hu, nel tentativo di inserire 4 impianti per un All-on-4 classico con Magnetic Mallet a 3 o 4 di potenza, ha prodotto nella paziente una reazione di forte fastidio (ed ho dovuto proseguire con le frese dopo aver iniziato col Mallet, per 4- 6 mm cu 3 siti diversi). In altri casi ho eseguito mini-rialzi sinusali usando solo il Mallet (esecuzione facilissima, perfetta) e una combinazione di fresa più Magnetic Mallet  per l’espansione della cresta, al mascellare superiore (direzione ottimale con la fresa, proseguimento preparazione più espansione con Mallet), con ottimi risultati.
Detto questo, sono veramente felice di aver scelto questo strumento, usato anche stamani per lussare la radice di un ottavo inferiore semi-incluso!

Osseotouch: – Grazie mille della sua condivisione e del suo tempo. Ci auguriamo di intervistarla a breve per la condivisione di un nuovo caso clinico!


Curriculum vitae del Dr. Enrico Rivarossa

1978-1988
I primi 10 anni nello Studio di Fossano (CN).
Focus su Parodontologia e Protesi Fissa.
Esperienza presso la Boston university e varie pubblicazioni scientifiche su riviste di settore.

Dal 1988 tra i primi in Italia in Implantologia ed Osteointegrazione,

Nel 2003 uno dei primi ad utilizzare il LASER nel trattamento delle malattie parodontali (piorrea).

Nel 2006, di nuovo tra i primi in Italia, per utilizzo dell'ALL-ON-4 ed implantologia a carico immediato.

Nel 2018 ricorrono i 30 anni di lavoro in implantologia ed un grandissimo numero di pazienti riabilitati su impianti e denti naturali.

Nel 2020 a 41 anni dal primo paziente curato, nasce il Programma di Prevenzione 4.0. ed il progetto Smile Italy.

Nel 2021 utilizza con successo la tecnologia Magnetic Mallet!

Lascia un commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Info e Contatti
OSNRGY S.R.L.
Osseotouch
Piazza Garibaldi, 9

21013 – Gallarate (VA) – Italia

C.F. e P. IVA: 10408370962
Capitale versato: 10.000 euro

https://osseotouch.com/wp-content/uploads/2020/12/Italy-Map-6-min.png
https://osseotouch.com/wp-content/uploads/2020/12/Italy-Map-6-min-160x160.png
Teniamoci in contatto
Social links
Seguici sui social per restare aggiornato su tutte le novità!

© 2021 Osseotouch | Tutti i diritti riservati

SONO UN PROFESSIONISTA IN ODONTOIATRIA

In conformità con le disposizioni della normativa vigente, dichiaro sotto la mia responsabilità di essere un dentista e pertanto sono autorizzato a rivedere il contenuto di questo sito Web.

VAI AL SITO